RICERCA: Le piramidi e la sfinge dell ‘Antico Egitto

 

Le piramidi e la sfinge

dell ‘Antico Egitto

1

Il gruppo è composto da:

Chiara ( ricercatrice)

Sebastian (responsabile materiale)

Anna (capogruppo)

Introduzione :

Durante l’antico regno, intorno al 3000 e il 2200 a.C., gli Egizi costruirono gigantesche tombe di pietra, le PIRAMIDI:

l’epoca è quindi detta “periodo delle piramidi”.

Le piramidi sono state costruite a ovest perché si estendevano le necropoli cioè il “ cimitero”dei morti.

Le piramidi più famose sono quella di Keope, Chefren, Micerino.

Le prime piramidi erano costruite a gradoni , ma con il tempo gli Egizi si evolsero e migliorarono la costruzione rivoluzionandola.

 3 2

La piramide di Keope:

Le sue quattro facce sono orientate

quasi perfettamente verso i quattro punti cardinali.

Fu edificata nel xxvi secolo a.C. Per volere del faraone omonimo.

Sembra che i lavori siano durati per una ventina d’ anni e la manodopera impiegata sia stata di circa 100 000 persone.

Costruzione della piramide di keope

Costruzione della piramide di keope

Secondo stime affidabili, la Piramide consiste di un totale di circa 2.300.000 blocchi di pietra calcarea e granito, con pesi che variano dalle 2.5 tonnellate alle 70 tonnellate. Non solo, ma bisogna aggiungere anche un rivestimento simile a uno specchio di 22 acri costituito, da 115.000 pietre lucidissime, ciascuna del peso di 10 tonnellate, che originariamente coprivano tutte e quattro le facciate

E’ la teoria che vuole dimostrare come la Piramide di Cheope fu costruita sulla base di conoscenze geometriche molto sviluppate che ne facevano una specie di mappamondo.

5

La piramide di Chefren :

Alla base, presenta un’inclinazione delle sue facce di 53 e 8 gradi. L’interno è meno interessante di quello della piramide di Cheope ed è il risultato di due progetti diversi successivi. Gli ingressi sono due, entrambi sulla faccia nord, uno a 15 m dalla base e l’altro a livello del terreno. Questo conduce a una prima sala sepolcrale scavata nella roccia e all’incontro con il corridoio superiore che da 11,53 m sopra il livello della base scende per 32 m con una pendenza di 25° e 55′ fino a circa 3 m sotto il livello di base e si fa orizzontale portando alla sala sepolcrale che è esattamente al centro della piramide.

La piramide di Micerino:

Con la fine della IV dinastia si delinea una diversa organizzazione sociale: il potere del faraone tende a diminuire di fronte a una diversa distribuzione di ricchezza e autorità.
La piramide di Micerino, figlio di Chefren, riflette questa tendenza per le minori dimensioni delle precedenti tombe reali, la minor cura costruttiva e il minor rispetto dei tempi di costruzione.

I lati alla base misurano circa 108 m, l’altezza è di 65,50 m e il rivestimento in granito rosa di Assuan interessava 1/3 circa di questa altezza: la parte superiore era rivestita invece di calcare bianco di Tura. La sua costruzione risale al XXVI sec. a.C. L’interno, il cui ingresso sulla faccia nord,a 4 m dalla base, fu ritrovato nel 1837, presenta un corridoio. scavato quasi interamente nella roccia secondo un primo progetto e oggi sbarrato, che sbocca nella parte superiore di una prima camera scavata nella roccia. Del secondo progetto fa parte il corridoio attualmente utilizzato, che dopo 31 m di pendenza diventa orizzontale e sbocca in un’anticamera e termina, poco sotto al primo corridoio, in una vasta camera sotterranea che sì completa con un’altra più piccola con evidente il luogo dove era collocato il sarcofago, trasportato in un secondo tempo nella sala sepolcrale definitiva 4,50 m più in basso nella roccia, e rivestita di granito. Il sarcofago in basalto ivi ritrovato è andato perduto a causa del naufragio della nave che lo trasportava a Londra. Lungo il lato nord-est della piramide vi sono le rovine del tempio di Micerino.

6

La posizione delle tre piramidi :

7

Osservando la veduta area della necropoli di Giza, situata a sud-ovest del Cairo, possiamo facilmente notare come sono allineate le tre piramidi. A prima vista queste sembrano non essere allineate perfettamente (l’egittologia classica conferma che questo può portare a pensare ad un errore di calcolo oppure dovuto alla diversa conformazione del terreno) ma, se la confrontiamo con l’immagine delle stelle che formano la Cintura di Orione le cose cominciano a diventare chiare.

……………….

La sfinge :

A poca distanza dalle piramidi sorge la sfinge. Fu scolpita in un unico sperone di roccia, a cui furono aggiunte la zampe anteriori. Il volto è un ritratto di Chefren, deturpato non dal tempo ma dalle cannonate dei Mamelucchi, che l’avevano usato come tiro a segno.

La Sfinge di Giza ha testa umana e corpo leonino.
La fusione dei due elementi, zoomorfo e umano, in una scultura a tutto fondo di dimensioni colossali è ancora oscuro e non esiste neppure un documento sul suo significato religioso. Forse, nel suo aspetto di leone accucciato, doveva vegliare sul complesso funerario delle piramidi, ma non sono mancate altre interpretazioni riguardanti la sua funzione e vi sono ancora alcuni sulla datazione esatta.

Alcuni studiosi hanno attribuito alla Sfinge ben 8000 anni in più di quelli “dichiarati”: l’erosione della statua non sarebbe dipesa dal vento o dalle tempeste di sabbia, ma dall’acqua piovana che avrebbe investito il millenario colosso durante il periodo postglaciale, dal 10500 a.C. Chefren sarebbe allora solo il restauratore del monumento al quale, con l’occasione, avrebbe dato la sua faccia.

La Sfinge

I siti che abbiamo usato:

1)www.anticoegitto..net

2)le piramidi Egizie

3)le sfingi

 

Pubblicato il 25 marzo 2014, in Egizi con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: