IL CODICE DI HAMMURABI

Il Codice di Hammurabi, scoperto dall’archeologo francese Jacques de Morgan nell’inverno 1901-1902 fra le rovine della città di Susa, è una fra le più antiche raccolte di leggi.

 Venne stilato durante il regno del re babilonese Hammurabi (o Hammu-Rapi), che regnò dal 1792 al 1750 a.C., secondo la cronologia media.

Le disposizioni di legge contenute nel Codice sono precedute da un prologo nel quale il sovrano si presenta come rispettoso della divinità, distruttore degli empi e portatore di pace e di giustizia.

Questa raccolta di 282 leggi del re Hammurabi di Babilonia fu scolpita in caratteri cuneiformi . La stele è di basalto nero, alta circa 225 cm; venne rinvenuta nella città di Susa .

Si ritiene che fosse originariamente esposta nella capitale di Babilonia, e che sia stata trasportata nel luogo del ritrovamento come bottino di guerra. Dato che nella stessa Susa fu trovato un esemplare analogo, molto probabilmente si trattava di un’opera eseguita in serie, di cui esistevano numerose copie.

codicehammurabi_web--400x300

CodeOfHammurabi
Attualmente si trova a Parigi, nel Museo del Louvre. Una copia si trova al Pergamonmuseum a Berlino.

 

Ecco il testo di alcune leggi che si possono leggere nel codice di Hammurabi riguardanti:

il furto

6. Qualora qualcuno derubi la proprietà di un tempio o della corte, sia messo a morte, e così chi riceva la refurtiva da lui sia messo a morte.

8. Qualora qualcuno rubi bestiame o pecore, o un asino, o un maiale o una capra, qualora esso o alla corte a un dio, il ladro paghi 30 volte tanto; qualora appartengono a un uomo liberato del re paghi egli 10 volte tanto; qualora il ladro non abbia nulla con cui pagare, sia messo a morte.

 

i danneggiamenti

55. Qualora qualcuno apra i suoi solchi per irrigare il suo terreno, ma è malaccorto, è l’acqua allaghi il campo del suo vicino, allora paghi frumento per la sua perdita.
56. Qualora un uomo lasci entrare l’acqua, e l’acqua sommerga la piantagione del suo vicino, paghi 10 gur di frumento per ogni gan di terra.

i reati penali

195. Qualora un figlio colpisca suo padre, gli siano troncate le mani.
196. Qualora un uomo cavi un occhio ad un altro, gli sia cavato un occhio.

197. Qualora un uomo rompa un osso ad un altro uomo, gli sia rotto un osso.

198. Qualora un uomo cavi l’occhio di un uomo liberato, o rompa l’osso di un uomo liberato, pagherà una mina d’oro

199. Qualora un uomo cavi l’occhio dello schiavo di un uomo, o rompa l’osso dello schiavo di un uomo, pagherà metà del valore di esso.

il matrimonio

142. Qualora un uomo litighi con la moglie, e dica:”Tu non sei adatta a me”, vanno presentate le ragioni della sua manchevolezza. Se ella è incolpevole, non c’è alcun torto da parte sua, ma egli la lascia e la trascura, allora nessuna colpa si lega a questa donna, ella prenderà la sua dote e tornerà alla casa di suo padre.
148. Qualora un uomo prenda una moglie, ed ella sia colta da malattia, se allora egli desideri di prendere una seconda moglie non ripudierà sua moglie che è stata attaccata dalla malattia, ma egli la terrà nella casa che ha costruito e la sosterrà finché vive.

l’eredità

168. Qualora un uomo voglia mettere suo figlio fuori di casa, e dichiari davanti al giudice: “Voglio mettere mio figlio fuori di casa”, allora il giudice esaminerà le sue ragioni. Qualora il figlio non sia colpevole di alcuna grande mancanza, per la quale può essere messo fuori a buon diritto, il padre non lo metterà fuori.
169. Qualora sia colpevole di una grande mancanza, per quale potrebbe a buon diritto privarlo dello status di figlio, il padre lo perdonerà per la prima volta; ma nel caso che sia colpevole di una grande mancanza per la seconda volta il padre priverà il figlio di tutto lo status filiale.

l’ adozione

185. Qualora un uomo adotti un bambino attribuendogli il nome di figlio, e lo allevi, questo figlio cresciuto non può essere richiesto in restituzione.

188. Se un artigiano ha preso per farlo crescere con sé un ragazzo e gli insegna il proprio mestiere, egli non può essere richiesto in restituzione.

Codice_di_hammurabi_01

 

Pubblicato il 28 novembre 2013, in civiltà della Mesopotamia con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: